Il Tatanga Mani Day Spa, nella sua zona wellness, regala momenti di puro relax e benessere. Vieni a scoprire i trattamenti naturali grazie all’utilizzo della piscina esterna, del Bagno Turco e delle vasche idromassaggio riscaldate della Jacuzzi.

Pool Tatanga Mani

Bagno turco

Cos’è il bagno turco?
Il bagno a vapore, comunemente chiamato “bagno turco”, appartiene alla stessa antichissima tradizione dei bagni purificatori da cui discende anche la sauna.
Quando in un ambiente il contenuto di vapore è superiore alla quantità d’acqua presente nell’epidermide, si forma sulla pelle uno strato di umidità che apporta calore al corpo.

L’azione contemporanea del vapore e del calore controllato aiuta la circolazione sanguigna linfatica sciogliendo le tossine e favorendone l’espulsione.

I BENEFICI
Il bagno di vapore, per le sue proprietà tonificanti e rilassanti, si rivela una delle migliori terapie per combattere lo stress e la tensione a cui siamo sottoposti quotidianamente; è inoltre un piacevole mezzo per migliorare il proprio aspetto fisico e ricercare una maggiore efficienza.

La dilatazione dei pori provocata dal calore, facilita la penetrazione del vapore e permette all’epidermide di eliminare le impurità acquistando luminosità, elasticità e morbidezza. Praticabile a tutte le età è un ottimo regolatore della pressione ed un indispensabile strumento terapeutico e preventivo per i disturbi alle vie respiratorie.

Bagno turco effegibi blu
logo_effegibi_bianco

Idromassaggio Jacuzzi

L’IDROMASSAGGIO
L’idromassaggio è definito una terapia “crenoterapica esterna” (ovvero tra le cure che mettono a contatto il corpo con la sostanza utilizzata per la terapia, in questo caso l’acqua). Esso viene effettuato con appositi getti d’acqua emessi a determinate pressioni. I getti sono orientati in direzione centripeta, ovvero dalla pianta del piede al torace, per favorire la circolazione del sangue di ritorno.

La terapia dura all’incirca 15 minuti, dopodiché il paziente viene lasciato riposare per altri quindici.
Tale centralità dei getti d’acqua in termini terapeutici spiega perché il loro orientamento sia uno dei fondamenti dell’idromassaggio secondo Jacuzzi®.

Le vasche idromassaggio e le spa, infatti, vengono progettate con una particolare attenzione al posizionamento dei getti che non deve essere casuale ma studiato specificatamente insieme all’ergonomia interna delle forme, proprio per ottimizzare gli effetti dell’azione idroterapica (bocchette piedi, bocchette fianchi, bocchette dorsali).

Frutto di attente ricerche è anche il design della vasca, elemento fondamentale di un buon idromassaggio.

Più profonda rispetto alle tradizionali vasche da bagno, con fondo e fiancate ergonomiche per meglio accogliere ogni corporatura, la vasca idromassaggio Jacuzzi® è stata progettata per consentire una più corretta immersione del corpo e una migliore circolazione dell’acqua.

CARATTERISTICHE

Le bocchette Jacuzzi®

Le bocchette Jacuzzi® sprigionano una perfetta miscela di acqua e aria, in sinergia con la pompa idromassaggio. La tecnologia Jacuzzi® sfrutta il principio Venturi: in una corrente fluida la pressione è inversamente proporzionale alla velocità. Ne consegue che, restringendo il condotto dell’acqua, la velocità del liquido aumenta e la diminuzione di pressione consente una perfetta miscelazione con l’aria. I getti che si producono colpiscono il corpo nella direzione più corretta per esercitare un massaggio profondo ma non violento. Infine, per personalizzare il trattamento, le bocchette Jacuzzi® sono orientabili di 30° in ogni direzione.

Azioni fisiche e chimiche della balneoterapia: proprietà terapeutiche e benessere della persona

Il bagno con idromassaggio può essere totale o parziale. Nei centri terapeutici specializzati vengono utilizzate acque naturalmente mineralizzate (termali) o artificialmente medicate (con aggiunta di sali e di oli) a temperature e pressioni variabili. Nelle soluzioni prodotte da Jacuzzi®, viene impiegata l’acqua naturale di rete.

La pressione dell’acqua tende a svuotare le vene e aumentare la circolazione periferica. Perciò è essenziale una corretta progettazione dei getti. Per garantire il massimo beneficio, il getto deve possedere due importanti caratteristiche:

  • Deve essere inclinato a 30° all’altezza dei fianchi e delle cosce per consentire il giusto massaggio tangente il corpo, dolce, profondo, benefico e, come tutti i massaggi naturali, attivo dalla periferia al cuore. I getti perpendicolari potrebbero di fatto risultare troppo energici sul corpo;
  • Deve essere orientabile ovvero assicurare la massima personalizzazione dell’idromassaggio.

La temperatura

La capacità di alleviare il dolore sembra essere una proprietà specifica del calore. Questa è probabilmente indotta dalla produzione dell’iperemia, consentendo quindi un miglioramento della stasi vascolare (riduzione della velocità del flusso sanguigno). Alcuni autori hanno suggerito persino che possa inibire la via sensoriale nervosa agendo attraverso le terminazioni nervose termiche della pelle. Inoltre, l’acqua calda può aumentare il flusso sanguigno e facilitare il rilassamento muscolare.

La temperatura dell’acqua al di sopra di quella corporea (37°C) è riconosciuta come calda; oltre i 40°C è considerata molto calda, mentre oltre i 46°C non può essere sopportata per più di pochi secondi. Un bagno caldo con idromassaggio è euforizzante in un primo momento ma poi può diventare particolarmente “stressante” per il corpo. Poiché i bagni con idromassaggio sono principalmente usati proprio come strumento per eliminare lo stress, è essenziale un controllo della temperatura dell’acqua in rapporto alla durata del bagno.

Le reazioni del corpo

A ogni trattamento corrisponde sempre un risultato. In questo caso si parla, più precisamente, di “reazioni” del corpo o di parti di esso alle varie terapie effettuate con idromassaggio. Le reazioni associate al bagno in acqua – e in particolare all’idromassaggio – sono classificate come primarie e secondarie. La reazione primaria è strettamente legata alle caratteristiche del trattamento (acqua calda o fredda; idromassaggio) e alla natura dell’acqua stessa (acqua termale con particolari ioni disciolti). La reazione secondaria invece è strettamente legata alle condizioni di chi sta svolgendo un trattamento per particolari patologie prevalentemente di tipo infiammatorio.

La temperatura dell’acqua al di sopra di quella corporea (37°C) è riconosciuta come calda; oltre i 40°C è considerata molto calda, mentre oltre i 46°C non può essere sopportata per più di pochi secondi. Un bagno caldo con idromassaggio è euforizzante in un primo momento ma poi può diventare particolarmente “stressante” per il corpo. Poiché i bagni con idromassaggio sono principalmente usati proprio come strumento per eliminare lo stress, è essenziale un controllo della temperatura dell’acqua in rapporto alla durata del bagno.

Proprietà terapeutiche

L’idromassaggio produce effetti significativi nel trattamento di patologie legate a problemi di circolazione del sangue nelle gambe (varici, esiti di safenectomia, sindromi post-flebitiche); ma anche nel caso di osteoartrosi, reumatismi infiammatori cronici ed extrarticolari, esiti di traumi o interventi chirurgici, edemi. La balneoterapia, in particolare attraverso gli idromassaggi, è utile nella cura delle flebopatie. I bagni con idromassaggio sono un rimedio prezioso per i reumatismi cronici e fibromialgie in generale. L’indicazione è anche per la bronchite cronica, la nefrite, la dismenorrea, i disturbi gastrici e intestinali e come misura palliativa nei calcoli biliari e le coliche renali.

Le proprietà terapeutiche dell’acqua calda delle spa valgono per ogni tipo di corporatura, taglia e livello di stress. Le spa possono accogliere più persone e quindi far fronte a diverse esigenze. Alcune hanno bisogno di un getto vigoroso per allentare i nodi delle masse muscolari. Altre semplicemente di una culla di acqua calda e lenitiva, che rinfresca le idee e rilassa il corpo.

Pertanto, una spa idromassaggio deve offrire bocchette della misura più corretta per ogni gruppo muscolare e dell’intensità più indicata. Tutte le bocchette Jacuzzi® PowerPro® installate sulle spa Jacuzzi® (per utilizzo domestico sia indoor che outdoor) sono state progettate per direzionare con precisione il flusso dell’acqua. La pressione del flusso dell’acqua può essere trasferita da una seduta all’altra e le bocchette idromassaggio possono essere attivate o disattivate indipendentemente in ogni seduta.

Le bocchette delle Spa Jacuzzi® sono progettate con un movimento esterno/interno. Il getto d’acqua rotante riproduce, invece, il movimento circolare o l’azione di sfregamento della mano su determinate zone della schiena.

Altri effetti terapeutici

La stimolazione della pelle con bagni caldi e idromassaggio produce ipertermia e vasodilatazione. A queste viene associato un aumento della circolazione linfatica con l’attivazione di particolari cellule e anticorpi che consentono di spazzare essudati dalle articolazioni o dal tessuto fibroso, agendo come antigeni o stimolatori dell’attività enzimatica.

In buona sostanza, poiché in generale nelle vasche a idromassaggio l’assorbimento cutaneo di sali minerali è trascurabile, gli effetti terapeutici del bagno e dell’idromassaggio a immersione sono interamente legati all’azione meccanica e termica dell’acqua sulla pelle.

In funzione della temperatura impiegata, gli effetti possono essere riassunti come segue:

  • Pelle: moderato aumento della temperatura cutanea con vasodilatazione e aumento dell’attività delle ghiandole sudoripare e sebacee.
  • Circolazione: un aumento moderato della temperatura dell’acqua rilassa tutto l’apparato vascolare superficiale.
  • Respirazione: In generale l’aumento della temperatura facilita la funzione respiratoria.
  • Muscolatura: un bagno caldo con idromassaggio a 37°C diminuisce l’eccitabilità muscolare e la capacità di lavoro. Applicazioni molto brevi di bagni caldi hanno un effetto rivitalizzante dopo uno sforzo muscolare intenso.
  • Sistema nervoso: bagni a una temperatura di 37°C hanno dapprima una funzione euforizzante e successivamente depressiva.
  • Sangue: diminuisce il numero di globuli rossi, forse a causa della loro detenzione nei visceri e si registra una proporzionale diminuzione dell’emoglobina.

Esercizi terapeutici

Quando il bagno è a immersione “profonda”, l’acqua, per le sue caratteristiche fisiche, fornisce il supporto agli arti e permette movimenti che altrimenti non potrebbero essere eseguiti. Questo risultato è particolarmente prezioso negli irrigidimenti artro-muscolari e in alcune forme di artrite.

Gli esercizi in vasca idromassaggio con acqua calda svolgono un ruolo importante nella balneoterapia. Risulta infatti un trattamento importante per molti pazienti con dolore neurologico o muscoloscheletrico. Il calore e la spinta idrostatica dell’acqua possono bloccare il dolore nocicettivo agendo sui recettori termici e meccanorecettori, influenzando così i meccanismi di trasmissione spinale.

La spinta idrostatica può alleviare il dolore, riducendo l’edema periferico e smorzando l’attività del sistema nervoso simpatico. Il bagno in acqua senza esercizio è stato spesso utilizzato nella medicina alternativa come cura di malattie croniche. Come già detto, è una forma molto diffusa per il trattamento di tutti i tipi di artrite in molti paesi europei, come pure in Israele e in Giappone.

Controindicazioni

Come per tutti gli altri tipi di cure esterne, l’idromassaggio è controindicato in caso di tumori maligni, in gravidanza e allattamento, ma anche nelle patologie in fase acuta. E’ sconsigliato in presenza di tubercolosi in fase essudativa, nell’insufficienza respiratoria acuta e in quella cronica grave. Per quanto riguarda le malattie dermatologiche, è meglio non praticarlo in presenza di bolle o forme pustolose. Dal punto di vista cardiocircolatorio, infine, non è possibile effettuarlo se sono in corso tromboflebiti, ipertensione grave o cardiopatia ischemica. Occorre anche tenere presente che si possono presentare reazioni collaterali come, ad esempio, lo stress termico indotto dall’elevata temperatura del bagno o le variazioni a carico degli apparati cardiocircolatorio e respiratorio. In ogni caso, in presenza di patologie o deficit è buona norma consultare sempre il proprio medico di fiducia.

Vasca esterna Jacuzzi illuminata verde
logo_jacuzzi_trasp
GALLERY

Guarda le camere del Tatanga ManiClicca qui